Adottare un Piano Anticontraffazione in Cina

images_1_-240x179Ultimamente alcune case di moda italiane ci hanno contattati perché le dogane di ingresso nell’Unione Europea hanno intercettato dei capi di abbigliamento con i loro marchi contraffatti. I capi di abbigliamento erano stati spediti dalla Cina e risultavano acquistati online.

A ragione queste case di moda temono che questi sequestri doganali, seppure riguardanti quantità minime, di fatto rivelino soltanto la punta dell’iceberg di un fenomeno di contraffazione molto più diffuso.

Continua a leggere

Riconoscimento del Preuso del Marchio

Anmani_TMScorrendo la nuova legge sui marchi cinese (che entrerà in vigore il 1 maggio 2014) balza agli occhi il riconoscimento, per la prima volta in Cina, che la nuova legge accorda al preuso del marchio.

In Cina, infatti, vale il principio del “first-to-file”, ossia la titolarità di un marchio spetta a chi per primo ne ha presentato domanda di registrazione. La distorsione più frequente causata da questo principio è consentire l’“espropriazione” di un marchio da parte di un terzo. Questo avviene perché il titolare del marchio non ha provveduto a registrarlo tempestivamente in Cina.

Continua a leggere

Registrazione di Nomi di Dominio: Email Sospette

Di frequente i nostri clienti ci informano di aver ricevuto comunicazioni che un loro marchio sarebbe in procinto di essere registrato da un terzo come nome di dominio internet.

Queste comunicazioni sono inviate, con una certa insistenza, da organizzazioni che si definiscono agenti per la registrazione di domini internet.

Anche pochi giorni orsono un cliente mi contattava per un parere su di un’e-mail appena ricevuta da un sedicente Asian Domain Registration Service.

Continua a leggere

Vino Amaro

La Corte Intermedia del Popolo di Wenzhou Condanna una Società Vinicola Francese a Risarcire 33 Milioni di RMB

Ad aprile di quest’anno la Corte Intermedia del Popolo di Wenzhou (la terza città della provincia dello Zhejiang) ha condannato un gruppo francese produttore e commerciante di vini (Castel Freres SAS) e il suo distributore cinese al pagamento di circa 33 milioni di RMB (circa quattro milioni di Euro) per violazione di un marchio registrato in Cina.

Continua a leggere

Contraffazione Online: Buone Notizie per i Brand Owners?

La Corte Suprema della Repubblica Popolare Cinese ha pubblicato una raccolta delle più importanti sentenze del 2011 in materia di tutela della proprietà intellettuale (17 aprile 2012).

In Cina i precedenti non hanno valore vincolante. Tuttavia, le sentenze delle corti di merito scelte dalla Corte Suprema (è questa una prassi adottata dal 2007) sono destinate ad avere una particolare autorevolezza.

Continua a leggere

Azioni contro la Concorrenza Sleale

Recentemente una società europea mi esponeva come (almeno) una azienda cinese stesse copiando e commercializzando (non solo in Cina) due linee dei suoi prodotti (consideriamo che si tratti di prodotti di arredamento). Inoltre, mi chiedeva se, pur non avendo registrato in Cina il design di questi prodotti, si potesse usare contro il contraffattore la legge sulla concorrenza sleale.

Continua a leggere

Weiguan vs Apple – Attenzione alla Tutela del Marchio in Cina

In Cina la titolarità del marchio “iPad” è oggetto di una controversia giudiziale, combattuta in diverse sedi, tra la società americana Apple e una società di Shenzhen, la Weiguan.

I termini della disputa sono piuttosto complessi. Sembra di capire, però, che nel 2009 una società del gruppo Apple abbia acquistato il marchio “iPad” da Weiguan Taipei, la casa madre di Weiguan Shenzhen. In Cina, tuttavia, la registrazione del marchio “iPad” non è mai stata formalmente trasferita dalla Weiguan Shenzhen alla Apple. Attualmente, la Weiguan Shenzhen è ancora la titolare del marchio “iPad” nella classe 9 (computer, calcolatori elettronici, etc.) in Cina.

Continua a leggere

Registrazione di un marchio in Cina

Nel considerare se procedere o meno alla registrazione di un marchio in Cina i seguenti fattori sono piuttosto importanti:

1) In Cina vale il principio “first-to-file”, ossia la tutela del marchio è accordata a chi per primo ne presenti la domanda di registrazione all’ufficio marchi cinese. Il fatto di essere stati i primi ad aver usato il marchio in Cina non è sufficiente per acquisire il diritto all’uso esclusivo del marchio. E’ importante, quindi, agire con tempestività e possibilmente prima che il marchio sia usato in Cina.

Continua a leggere