Nuove Tasse per le Società e Persone Fisiche Straniere in Cina

Ci sono due nuove tasse in arrivo per le persone fisiche e le società a capitale straniero in Cina. Si tratta della tassa municipale sulla manutenzione degli edifici (City Construction Tax, 城市维护建设税) e della tassa per l’istruzione (Education Surcharge, 教育费附加).

In realtà, queste tasse erano state introdotte già a metà degli anni ottanta. Tuttavia, le persone fisiche straniere, le società straniere, e le società a capitale straniero in Cina ne erano state esentate dal pagamento.

Recentemente lo State Council ha disposto l’applicazione, a partire dal 1 dicembre 2010, di queste due tasse anche ai soggetti stranieri ed alle società a capitale straniero in Cina. Questo provvedimento è in linea con una politica diretta a parificare il trattamento fiscale delle società domestiche (ossia a capitale interamente cinese) e di quelle a capitale straniero.

La City Construction Tax a l’ Education Surcharge sono applicabili a tutte le persone fisiche o giuridiche soggette ad IVA, tassa sui consumi o tassa sugli affari.

La City Construction Tax e l’Education Surcharge si calcolano sull’ammontare dell’IVA, tassa sui consumi e tassa sugli affari dovute. Le aliquote sono: 3% (Education Surcharge); dall’1% al 7% – a seconda del luogo dove è registrata la società o la filiale in questione (City Construction Tax). L’aliquota della City Construction Tax e’ più elevata per le società registrate nei centri cittadini.

Ci sono ancora delle incertezze circa la tempistica per l’applicazione di queste due tasse. Da un lato, lo State Council ha indicato come data il 1 dicembre 2010. Dall’altro, tuttavia, non è chiaro se si debbano applicare sulla base imponibile maturata a novembre (quindi, dichiarazione e pagamento a dicembre 2010) oppure a partire dalla base imponibile maturata a dicembre (quindi, dichiarazione e pagamento a gennaio 2011).

Nei prossimi giorni, l’ufficio centrale delle tasse di Shanghai dovrebbe fornire indicazioni in proposito nel provvedimento con cui notificherà gli uffici distrettuali di procedere all’applicazione della nuova normativa.

Fuzionari dell’ufficio tasse di Shanghai hanno – informalmente – indicato che queste due tasse saranno applicabili a partire da dicembre 2010 (ossia: primo pagamento a gennaio 2011).

Non è da escludersi che questo nuovo carico fiscale possa essere annullato o ridotto dal conferimento di sussidi, da parte dei governi locali (destinatari del gettito delle due nuove tasse), alle società a capitale straniero. I governi locali potrebbero restituire in tutto o in parte il gettito di queste tasse nella forma di sussidi alle imprese. (Come già avviene, in alcuni casi, per la corporate income tax). Questo dipenderà dalle disponibilità finanziarie dei governi locali e dall’esito di negoziazioni da intraprendersi con gli stessi.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>