Quando E’ Tempo di Migrare: il Trasloco di un’Azienda in Cina

In Cina, alle volte, per le aziende (ed anche per le persone) arriva inaspettatamente il tempo di migrare. Una comunicazione da parte del governo locale puo’ intimare ad un’azienda di traslocare entro sei mesi. Le ragioni potrebbero essere che il terreno dove l’azienda si trova e’ stato destinato ad un progetto di edilizia pubblica o residenziale. Episodi del genere si verificano con sempre maggiore frequenza a causa della continua espansione delle aree urbane.

Sei mesi sono un lasso di tempo molto breve per poter affrontare le innumerevoli questioni che il trasloco di un’azienda in Cina comporta. Basti ricordare:

  • gli aspetti logistici del trasferire la produzione in un altro luogo;
  • il licenziamento ed il pagamento della liquidazione dei dipendenti;
  • la scelta di una nuova sede e le negoziazioni con le autorita’ locali e la proprieta’;
  • valutazione, sotto un profilo legale ed ambientale, del nuovo stabile e terreno;
  • gli aspetti legali ed amministrativi (ed i tempi necessari) per trasferire la sede sociale dell’ azienda o costituire una nuova societa’; e – last but not least –
  • chi paga per tutto questo?

Le seguenti considerazioni potrebbero essere utili per un’ azienda prossima (consapevolmente o meno) a dover migrare:

  1. Acquisire informazioni (anche informalmente) sulle prospettive di sviluppo urbanistico delle aree adiacenti all’azienda;
  2. Se lo stabile e’ in affitto, prevedere l’obbligo contrattuale del proprietario di informare quanto prima l’azienda del procedimento di espropriazione in corso (di solito il proprietario informa l’azienda dopo che ha negoziato il pagamento dell’indennita’ di espropriazione con il governo locale);
  3. Sempre se lo stabile e’ in affitto, prevedere nel contratto l’obbligo del proprietario di risarcire, condividendo l’indennizzo di espropriazione, l’azienda per la rescissione del contratto;
  4. Il trasferimento della sede sociale (registered address) e’ fattibile se viene fatto nell’ambito dello stesso distretto cittadino. Se, invece, la nuova sede e’ in un nuovo distretto cittadino o in una nuova citta’, allora e’ consigliabile costituire una societa’ ex novo nella nuova localita’. Sono infatti forti, di solito, le resistenze da parte delle autorita’ fiscali a consentire che un’azienda lasci il distretto di origine per trasferirsi altrove.

Quindi che cosa fare adesso? Guardarsi attorno per vedere quanto le aree residenziali della citta’ ancora distano dalla propria azienda e cercare di acquisire informazioni (informalmente dall’ufficio per la pianificazione urbanistica, da aziende vicine, dall’amministrazione del parco industriale, etc.) circa gli sviluppi futuri dell’area.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>